martedì 12 ottobre 2010

Ciao Manuel

E così optai per il mare.
A Genova mi imbarcai su un cargo battente bandiera liberiana. Feci due volte il giro del mondo. Non riuscii mai a capire cosa trasportasse quella nave. Ma un giorno lo capii: droga


Fai buon viaggio amico mio.

lunedì 4 ottobre 2010

Domenica sportiva...

...all'insegna di buoni risultati che danno fiducia per il futuro.
Me li godo ancora per qualche ora... poi via di nuovo tutti a lavorare per obiettivi meno transitori:
  • Italia-Portorico 3-1: l'Italia del volley è partita bene, vincere non è mai scontato. Il bello inizia adesso, già con gli USA domani. Ah, se avessi avuto qualche centimetro in più...
  • Napoli-Roma 2-0: quest'anno la squadra mi piace. La linea MA-GI-CA era e rimarrà insuperabile nei cuori di chi Li ha visti giocare, ma Hamsik, Lavezzi e Cavani un po' la ricordano
  • Schiavone n°6 del ranking WTA: un'italiana potrebbe giocare il Master 2010... ma vi rendete conto?
  • Trofeo S.Ippolito in 37'51": ieri sono rientrato alle gare con un tempo abbastanza in linea con le attese. Il mio GPS dice che ho corso i 10km molto scarsi della gara di Fiumicino alla media di 3'51"/km ed io mi fido più di lui che degli organizzatori, che dicono che andavo più forte. L'importante per me era capire da dove partire per il prossimo ciclo Califfico, ora vediamo che succede...
    Intanto ieri la voglia di correre dalla Principessa mi ha fatto scappare a casa subito dopo la gara senza attendere le premiazioni... ci ho rimesso un bel pacco alimentare in quanto decimo di categoria! Per lei questo ed altro.

lunedì 20 settembre 2010

Dove eravamo rimasti?

Vi avevo detto che l'attività sul mio blog si sarebbe rarefatta, ma non che che si sarebbe annullata! Cribbio!
Ancora sulla scia di Giancarlo, dopo un periodo della mia vita che definirei intenso e formativo, in cui tra le cose da sacrificare c'è stato anche il gioco quotidiano del blog (anche perchè, come vi avevo scritto, nu' m' n' teneva cchiù), eccomi nuovamente ad improvvisare un brevissimo post.... rinascimentale.
Allora, sinteticamente, per punti in ordine sparso, che verranno forse prossimamente approfonditi:
  1. Ho ricominciato da un paio di settimane a fare il runner, piano piano, partendo dal basso di una forma piuttosto rattrappita. L'esordio agonistico stagionale è previsto per il prossimo 3 ottobre a Fiumicino. Saranno 10km senza grandi ambizioni, un test per ripartire sul serio da ottobre con un vero riferimento cronometrico. Le gambe ed il cuore saranno sempre i miei, ma la testa sarà ancora der mitico Califfo, quindi da gennaio ne vedremo delle belle...
  2. La Principessa ha compiuto un anno e sono convinto che tra molto poco non riuscirò più a starle dietro di corsa.
  3. Siamo sicuri che la new economy sia meglio della old?
  4. L'estate sta finendo, cazzo.
  5. E' successo a giugno, mentre il blog era in ferie, ma io, da vero amante del tennis quale sono, non posso non commemorare l'Evento, anche se tardivamente, in questo mio spazio virtuale
    Francesca Schiavone ha vinto il Roland Garros!
    Ragazzi, è qualcosa di Enorme! Straordinario! Storico! La Leonessa è stata grandissima!
  6. Ai mondiali di calcio tifavo Argentina, come la signorina nella foto. Purtroppo è andata male, ma chi se ne frega!

lunedì 24 maggio 2010

Non ve lo avevo detto...

...ma certamente ve ne sarete accorti:
la mia blog-attività si sta rarefacendo!
E credo che sarà sempre più così, almeno per un po'. Come già altri bloggers più blasonati di me (vedi Giancarlo su tutti) prima di me, questo gioco, come dicevano i latini hic et nunc, mi diverte meno di prima e, come due amanti, è tempo di prendersi una pausa di riflessione.
Continuerò ad esserci... ma un po' più in disparte.

mercoledì 28 aprile 2010

PB!

Nel post ufficiale mi sono quasi sentito in dovere di pubblicare la mia foto dopo la gara con Luna ed il simil-Santo Graal appena vinto. Perdonatemi.
Un 36'32" sui 10km, ovviamente, merita di più... molto di più!

E' un punto di partenza? La foto rappresenta lo stimolo per farlo.
E' un punto di arrivo? La foto rappresenta il premio per averlo fatto.
Non so? La foto rappresenta una prova della perfezione dell'universo.

lunedì 26 aprile 2010

Ahò, me pare er Santo Graal!

...è stata l'azzeccata battuta dell'amico Yogi quando ha visto da vicino la coppetta che mi avevano appena consegnato per la mia piccola impresa. Già... la mia piccola impresa... si può riassumere semplicemente in tre numerelli:

36'32" : il mio nuovo PB sui 10km
16° : la posizione in classifica generale
: la posizione in classifica di categoria MM35

Quella di ieri, l'IDROPARK RUN, è stata per me la gara quasi perfetta: clima caldo (come piace a me), vento assente, percorso piatto e scorrevole, seppure condito da qualche divertente passaggio tecnico (curve a gomito, gradoni, rotonde), arrivo in un bel parco pubblico di Ostia lido, ottima organizzazione, avversari stimolanti. Io ci ho messo la giusta carica agonistica, la voglia di scaricare nella corsa lo stress di questi giorni pesanti. Ho dato tutto!! Tagliato il traguardo ero così stremato che non ho stoppato il cronometro ed ho dovuto attendere oggi per conoscere il mio tempo.
Il Califfo, nelle scorse settimane, ci aveva messo la sua magistrale capacità di dosare gli ingredienti dell'allenamento.
Il risultato doveva arrivare, perchè nella corsa, diversamente da tante altre cose della vita, quasi nulla è casuale.
Ora una domanda mi sorge spontanea: è un punto di arrivo e di partenza? Voi che dite?

lunedì 12 aprile 2010

dolceamaro

Ieri ho ripreso finalmente a gareggiare dopo qualche settimana di solo allenamento. Con il senno di poi, dico di aver scelto una gara non facile per puntare ad un buon tempo, la GRANAI RUN, alla sua prima edizione. Ottima organizzazione, ottime condizioni meteo, misurazione precisa di 10km, ma percorso piuttosto tecnico, certamente non scorrevolissimo. Insomma, avrei voluto e probabilmente potuto fare meglio, ma mi accontento di aver chiuso in 37'15", che è comunque il mio nuovo PB sulla distanza.
Mi sono divertito, i continui cambi di pendenza e di direzione mi piacciono, rendono varia la corsa, si può attaccare, sorpassare, ma alla fine qualche secondo lo si perde.
Io, poi, ci avevo messo anche un po' del mio... In settimana la voglia di correre era tanta, ero in crisi d'astinenza da corsa veloce, così mercoledì scorso mi sono sparato un 3000m a palla chiuso in 10'27". Un peccatuccio che forse ho pagato, ma che bello sentire le gambe girare...

Nella foto il mio dolce pasquale preferito...

martedì 30 marzo 2010

Parliamo di corsa che è meglio...

...per il resto è un periodaccio. Anche il mio inguaribile ottimismo vacilla, ma la parola d'ordine è resistere!
Domenica ho messo in cascina la seduta clou di questo ciclo califfico di allenamento: 4x2000 con 3' di recupero a 5'00"/km. Tempi soddisfacenti:
7'10"-7'19"-7'14"-7'10"
Media poco sotto i 3'37"/km
Le gambe stanno girando bene, ma non sono le sole...
Vorrei tanto avere la spensieratezza della bimba in foto.

giovedì 25 marzo 2010

Chi si ricorda di Pavoni?

Erano gli anni in cui chi correva sognava di essere Carl Lewis, ma erano anche gli anni in cui un giovane velocista italiano era considerato l'erede del mitico Pietro Mennea ed ogni tanto si toglieva il lusso di arrivare al traguardo prima degli atleti neri.
Si chiamava Pierfrancesco Pavoni ed io me lo ricordo bene. Chi non lo ricorda o non lo ha mai conosciuto, ma anche chi ne ha seguito la carriera troverà interessante questo articolo.
Leggetelo e forse capirete meglio perchè dagli ultimi mondiali di atletica l'Italia è tornata a casa con ZERO TITULI!
Io, da questo mio piccolo spazio virtuale, un suggerimento alla FIDAL voglio darlo:
abbiate l'umiltà di ascoltare le voci fuori dal coro ed una di queste voci è quella del Califfo!
Io questa voce l'ascolto e mi diverto.
Oggi 10x500m a 3'20"/km con 1'30" di recupero a 5'00"/km.
Poi, dopo, 10x100m in salita con 1' di recupero camminando.

venerdì 12 marzo 2010

Salus Per Aquam

Nel week end cercherò di concedermi ad una pratica che, un tempo, nell'antica Roma, prima che qualcuno ci illuminasse, faceva parte della quotidianità di tutti, schiavi compresi.
Oggi, dopo duemila anni, nelle moderne SPA si riscopre letteralmente l'acqua calda. Meglio tardi che mai, in fondo, alla fine, anche a Galileo è stato chiesto scusa... Meditate gente, meditate....
Ieri sera alle 23:00 c'erà un pazzo, vestito come diabolik, che correva per Pomezia.
Ero io.
Dopo un bel riscaldamento mi sono sparato un intenso 4x2000 con 3' di recupero a 5'/km.
Risultato: 7'24"-7'20"-7'20"-7'23. Media 3'41"/km.
Poi 10x100m in salita allegri, tutti intorno ai 20", con 1' di recupero camminando.
Il pazzo alla fine era soddisfatto...

sabato 6 marzo 2010

Indignazione

...è una parola fuori moda da queste parti del mondo, ma io credo che dovrebbe essere il sentimento più diffuso in Italia dopo questa notizia.
Sarà che mi girano le palle anche per altre cose in questo periodo, ma io non ne posso proprio più! Sono indignato ed incazzato.

Italiani!!! Se volemo dà 'na svejata?!?!?!

Mi placano solo le mie Stelle e la corsa.
Ieri un bel 10x500m con 1'30" di recupero a 5'00"/km. Le gambe giravano bene, tempi tra 1'42" ed 1'46", media poco inferiore ai 3'30"/km.
Poi 6x100m in salita con recupero 1' camminando.
Ottime sensazioni.
La strada me la magno come vorrei magnà qualcun altro...

lunedì 1 marzo 2010

Ma se avessimo corso il giorno prima?

...in quanto tempo avrei chiuso la Romaostia?
Oggi ci sono 8520 persone a chiederselo, me compreso. Nessuno può saperlo, ma è bello per tutti noi pensare che, come è scritto addirittura sul sito della IAAF, avremmo potuto impiegarci tra i 40 ed i 50 secondi in meno. Sabato, in effetti, era una giornata stupenda, baciata dal sole e priva di vento, mentre ieri Eolo aveva deciso di spassarsela proprio ad Ostia.
Vabbè, comunque sia, voglio farvela breve, la gara è andata per me alla grande, PB migliorato sulla mezza di quasi 3', tempo 1:23:20

Er Califfo ha colpito ancora!

Mi sono stradivertito!
Ho corso una gara regolare, al limite delle mie attuali possibilità. Oggi sto benissimo, non mi sento affaticato, mi godo questo bel risultato e già penso al prossimo futuro ed al prossimo obiettivo podistico: un nuovo ciclo califfico di allenamento ed un nuovo splendente risultato sui 10km.
Io sono fatto così... le gare più belle, per me, sono sempre quelle che ancora devo affrontare!

sabato 27 febbraio 2010

Buona Romaostia!

... a coloro che la correranno, a coloro che purtroppo non potranno farlo con le loro gambe, ma ci saranno con il cuore e con la mente, a coloro che la seguiranno su TDS, a coloro che la guarderanno dal vivo, a coloro che la guarderanno in TV, a coloro che accompagneranno qualcuno alla partenza o all'arrivo

auguro una fantastica Romaostia!!

Ovviamente lo faccio a modo mio... con l'immagine che mi sospingerà al traguardo.

lunedì 22 febbraio 2010

Orgasmi visivi

...sono quelli che mi provocano le opere di
Michelangelo Merisi da Caravaggio
Ne ho già avuti moltissimi, sparsi per il mondo, di questi orgasmi visivi, ma nei prossimi mesi potrò partecipare ad una straordinaria orgia a Roma presso le scuderie del Quirinale. Chi mi incontrerà tramortito da tanto piacere, sappia che sarà stato per questo motivo.
La pittura di Caravaggio è un'altra delle mie debolezze.

Da oggi inizia la settimana di avvicinamento alla madre di tutte le battaglie.
Comunque vada sarà un successo. La meta consiste nel viaggio...
Ieri, in una splendida giornata quasiprimaverile, ho svolto l'ultima seduta di carico.
8km a 3'57" + 5' di recupero a 5'+ 10x100m in salita con recupero camminando.
Buone sensazioni.
Sono pronto.

venerdì 19 febbraio 2010

Seduta clou

Quando corro la mia mente è libera di spaziare. Pensieri e movimento.
Ieri ragionavo sulla crisi economica che stiamo vivendo. Si, la crisi c'è eccome, ai più attenti, nonostante tutto, non può sfuggire...
Alla fine, spaziando, la mente ha aperto i cassetti della memoria, riempiti ai tempi lontani dell'università, ed è approdata alla III sezione del III libro del Capitale di Marx.
Ora, siccome vorrei evitare che molti lettori smettano, temendo la noia o la paura, di leggere questo post, vi dirò soltando che si parla della cosiddetta caduta tendenziale del tasso di profitto. Si parla anche, direi fortunatamente, delle forme di autodifesa del sistema, ma... vi dirò... un po' sono preoccupato. Speriamo che il buon Carlo si sia sbagliato...
Vabbè, parliamo di corsa.
In una serata quasiprimaverile ho corso un buon 4x3000 con 1km di recupero molto allegro:
3km a 3'55" + 1km a 4'07" + 3km a 3'55" + 1km a 4'07"/km + 3km a 3'55" + 1km a 4'07"/km + 3km a 3'51"
In totale 15km a 3'57"/km di media complessiva.
Sono molto soddisfatto, il piatto del Califfo è quasi pronto...

La foto ritrae il mio sguardo durante una gara. Non so se ho reso l'idea....

sabato 6 febbraio 2010

Fartlek

Qualche anno fa sono stato anche giocatore di pallavolo e pure allora... aspettavo l'estate!
Per me significava vacanza, mare, sole, spiaggia e beach volley.
Oggi, mentre correvo vestito come diabolik sotto la pioggia e nel vento, mi è comparsa nella mente l'immagine soprastante e, malinconicamente, ho ripensato a quei tempi.... bei tempi!
Il beach volley l'ho amato e, come tutti i veri amori, mi è rimasto nel cuore.
In compagnia di questi pensieri ho corso un fartlek, alternando 3' veloci a 3' lenti, 2' veloci a 2' lenti, 1' veloce ad 1' lento, il tutto per tre volte. In totale 36' di lavoro in cui ho percorso 9km abbondanti, 3'59"/km di media complessiva. Prima e dopo 20' di riscaldamento e defaticamento.

domenica 31 gennaio 2010

Grazie fratello Meteo!

....e si, oggi non me l'aspettavo. Il tempo ci ha davvero dato una mano.
E' persino comparso il sole tra le nuvole!
Fino a ieri sembrava che la 3comuni dovesse rivelarsi una sorta marcia polare, tra vento, pioggia e neve... Invece questa mattina le condizioni erano davvero buone per correre.
Io mi sono divertito, le sensazioni sono state molto buone ed ho corso una gara in crescendo. Non credo di essere portato per le lunghe distanze, le mie gare ideali arrivano al massimo ai 10km, mi piace correre con il cuore in gola, sentendo di essere vicini al massimo, oltre la soglia anaerobica... I lavori del Califfo, però, stanno dando i loro frutti e, piano piano, il mio corpo si sta abituando a correre più a lungo.
I primi 13km ho corso sciolto, senza esagerare, controllando la corsa in discesa, cercando di risparmiare energie per la parte impegnativa del percorso. Dal 14°km ho iniziato a spingere. Sul celebre salitone (un km e mezzo con pendenza 8%) son salito a circa 5'/km. Negli ultimi km ho superato molti atleti e sono arrivato al traguardo soddisfatto.
Tempo ufficiale 1:31:51, distanza ufficiale 22.200 metri (entrambi i valori risultano più bassi sul mio garmin, ma cambia poco). Ci ho messo 3' meno dello scorso anno, ma da allora tante cose sono cambiate.
Il cammino per la romaostia continua...

domenica 24 gennaio 2010

Sono un po' stanchino...

...come disse Forrest Gump al termine della sua lunga corsa, anch'io, al termine della mia seduta di oggi sento il bisogno di un po' di riposo. Ho corso 22km ben assortiti così composti:
4 a 4’33"/km + 5 a 3’57"/km + 8 a 4’20"/km + 5 a 3’59"/km.
Le sensazioni durante l'allenamento sono state buone, oggi era una giornata ideale per correre. Poi, a casa, io e la Principessa ci siamo addormentati abbracciati...

mercoledì 20 gennaio 2010

La speranza

Il sorriso della ragazza in foto, recuperata ad Haiti sotto le macerie, a distanza di 8 giorni dal gigantesco terremoto che ha devastato l'isola caraibica, è un'immagine della speranza.
Abbiamo bisogno della speranza. Quella positiva, costruttiva, che nasce dalla consapevolezza dell'esistenza dei problemi, dalla loro conoscenza e dalla fiducia di poterli superare proattivamente. Non certo quella sterile, fideistica, talvolta basata sulla negazione stessa dei problemi, che può condurre solo alla passiva attesa degli eventi.
Io, nonostante tutto, spero che le cose vadano meglio, ma soprattutto mi muovo affinché ciò avvenga.

La corsa è sempre una buona compagna, mi aiuta a sperare, a ragionare e ad agire.
Ieri 4x3000 (media 4'02"/km) con recupero di 1 km bello allegro (media 4'12"/km).
Le gambe e la mente stanno lavorando, per i risultati bisogna attendere... e sperare..

domenica 10 gennaio 2010

Voglio sudare!!!

Lo so, lo so, lamentarsi del fresco di Roma è offensivo nei confronti di chi affronta il vero Inverno al nord, ma che ce volete fà, io so' metereopatico, mi piace il sole, il caldo, il mare!
Durante l'allenamento di oggi ho sognato l'estate. Dopo 22 km di corsa non ero sudato!
Il vento freddo mi ha risparmiato la pioggia, ma mi ha smarronato per tutto il tempo, facendomi concludere la seduta intirizzito ed asciutto.
Alla fine, comunque, il progressivo è riuscito:
5km a 4'43" + 5km a 4'25" + 5km a 4'22" + 5km a 4'12" + 2km a 4'02".

...caro Totò, come ti capisco!

mercoledì 6 gennaio 2010

Corri per la Befana

Ma che bella Befana!!
Oggi, nella calza che mi ha portato la signorina ritratta sopra, ho trovato un nuovo ed inatteso PB sui 10km.
Nel sacro parco del Califfo, ai più noto come parco degli acquedotti, infatti, ho corso una gara classica d'inizio anno, la Corri per la Befana, chiudendola in 37'21".
Le condizioni meteo erano praticamente perfette: temperatura superiore ai 10°, totale assenza di vento ed alla fine anche un bel sole tra le nuvole ad illuminare l'arrivo.
La mia soddisfazione per la prova è molto grande. In altri termini: godo da matti!!!
Non tanto per la performance in assoluto, ma soprattutto perché ho vissuto delle ottime sensazioni, correndo in progressione, con la seconda metà della gara più veloce della prima, sorpassando runners praticamente di continuo ed arrivando in condizioni di fatica piuttosto limitata, su un percorso veloce, ma comunque in parte sterrato.
Allora, fatemi pure i complimenti, ma quì qualcosa è cambiato, c'è evidentemente un nuovo faro che mi illumina, una nuova guida, una stella cometa, un angelo custode
Er Califfo!!
Il mitico Luciano mi sta dando dei consigli eccezzziunali veramente.
Allenare è come cucinare: gli ingredienti in fondo non sono un segreto (ripetute, salite, lunghi, medi, riposo, etc.), la lista è nota a tutti, ma l'abilità consiste nel metterli insieme in modo da ottenere una delizia unica.
Questa gara avevamo deciso insieme di non finalizzarla, ma di correrla di passaggio nel percorso verso la romaostia, eppure è andata alla grande. Speriamo proprio che il buongiorno si veda dal mattino...

martedì 5 gennaio 2010

Una lettera

Qualche tempo fa qualcuno ha scritto una lettera.
Io, nel mio primo post del 2010, voglio dedicarla alla mia Principessa ed a tutti voi augurandovi un buon anno nuovo.

Passa tranquillamente tra il rumore e la fretta, e ricorda quanta pace può esserci nel silenzio.
Finchè è possibile senza doverti abbassare, sii in buoni rapporti con tutte le persone.
Dì la verità con calma e chiarezza; e ascolta gli altri, anche i noiosi e gli ignoranti; anche loro hanno una storia da raccontare.
Evita le persone volgari ed aggressive; esse opprimono lo spirito.
Se ti paragoni agli altri, corri il rischio di far crescere in te orgoglio e acredine, perchè sempre ci saranno persone più in alto o più in basso di te.
Gioisci dei tuoi risultati così come dei tuoi progetti.
Conserva l'interesse per il tuo lavoro, per quanto umile; è ciò che realmente possiedi per cambiare le sorti del tempo.
Sii prudente nei tuoi affari, perchè il mondo è pieno di tranelli.
Ma ciò non acciechi la tua capacità di distinguere la virtù; molte persone lottano per grandi ideali, e dovunque la vita è piena di eroismo.
Sii te stesso.
Soprattutto non fingere negli affetti e neppure sii cinico nell'amore; poichè a dispetto di tutte le aridità e disillusioni esso è perenne come l'erba.
Accetta benevolmente gli ammaestramenti che derivano dall'età, lasciando con un sorriso sereno le cose della giovinezza.
Coltiva la forza dello spirito per difenderti contro l'improvvisa sfortuna.
Ma non tormentarti con l'immaginazione.
Molte paure nascono dalla stanchezza e dalla solitudine.
Al di là di una disciplina morale, sii tranquillo con te stesso.
Tu sei un figlio dell'universo, non meno degli alberi e delle stelle; tu hai diritto ad essere quì.
E che ti sia chiaro o no, non vi è dubbio che l'universo ti si stia schiudendo come dovrebbe. Perciò sii in pace con Dio, comunque tu Lo concepisca, e qualunque siano le tue lotte e le tue aspirazioni, conserva la pace nella tua anima pur nella rumorosa confusione della vita.
Con tutti i suoi inganni, i lavori ingrati e i sogni infranti, è ancora un mondo stupendo.
Fai attenzione.
Cerca di essere felice!

Datata 1692

Traduzione di Enrico Orofino