giovedì 12 novembre 2009

Resistere alla tentazione?

Domenica prossima non so se resistere ad una tentazione: correre l'eco-mezzamaratonata nella pineta di Castelfusano ad Ostia.
Se la corressi tranquillamente come un lungo, intorno ai 4:30 a km, magari in progressione, andrebbe benissimo, ma purtroppo mi conosco... con il pettorale addosso non credo che riuscirei a contenermi abbastanza, se poi ci fosse pure il sole finirei per spremermi come un limone.
Non ho assolutamente 21 km tirati nelle gambe, sto puntando ad averne 10 di fuoco tra un mesetto, eppure so che sarebbe molto divertente, ma forse troppo rischioso. Insomma, che faccio?
Amici, Blogtrotters e non, vi chiedo 2 cose, un consiglio e, più in generale, un'opinione:
  1. Rischio? La corro questa mezzamaratona?
  2. Voi come vi comportate di fronte alle tentazioni? (di ogni natura, si intende...)

16 commenti:

  1. 1. Fossi in te rischierei ;9
    2. Le tentazioni le sconfiggo sempre.... cedendovi ;)

    RispondiElimina
  2. Faccio come O. Wilde, resistendo a tutto fuorchè alle tentazioni.
    Però dipende molto da quanto ci tieni al tuo obiettivo tra un mese...se lo sentissi molto come traguardo, e sapendo che la eco potrebbe comprometterlo, io vi rinuncerei senza dubbio.

    RispondiElimina
  3. Risposta: SI senza dubbio.

    Domanda: Leggi
    http://italianblogtrotters.blogspot.com/2009/11/indovina-chi-viene-cena-con-lucky.html

    RispondiElimina
  4. Nessun dubbio, vai e divertiti, poi se farai quell'errore, ti servirà in futuro, starai più attento, prendere tutto se si spuò, al domani ci penseremo

    RispondiElimina
  5. Ma che te ' frega del tempo........falla se ti va' e basta RIPENSAMENTI. CIAO

    RispondiElimina
  6. la logica ti direbbe di andare e dosare le forze all'inizio e tirare poi se ne hai. Ma sappiamo che la ragione non sempre va a braccetto col desiderio di essere sempre competitivi. cmq rischia tanto sai che non è una questione di arrivare in fondo!

    RispondiElimina
  7. ibis redibis non morieris in bello ;)

    RispondiElimina
  8. puoi darla a bere a chi non ti conosce... ;)) troverai il modo di far tardi quindi la salterai direttamente, risolvendo alla radice! har har har....

    RispondiElimina
  9. se il tuo fine ultimo non è la gratificazione immediata, allora dovrai seguire la strada lunga che ti porterà verso la vera metà a cui aspiri.
    tu che ti aspiri ?

    RispondiElimina
  10. Amici, grazie dei suggerimenti!
    Migliorarsi, finchè è possibile, è l'obiettivo di tutti noi runners e per farlo ci vuole metodo e pazienza, ma in realtà è la mia stessa dipendenza dalla corsa a frenarmi... rischiare può voler dire infortunarsi e fermarsi. Mah... deciderò all'ultimo momento.
    Però in pochi avete risposto sulle TENTAZIONI... Siete timidi? Coraggio!

    RispondiElimina
  11. 'so resistere a tutto tranne che alle tentazioni.' o.w. ;)

    RispondiElimina
  12. Non Resisto alla visione di una mela, un morso e via

    RispondiElimina
  13. Molto banale, ma seguo Wilde anch'io. Cerco di evitarle, ma quando capitano, e che cazzo... cedo.

    RispondiElimina
  14. Dipende dalla tentazione. Una risposta per l'una o per l'altra totalmente positiva o negativa sarebbe egualmente sbagliata. Dio come sono sibillino. Propendo per cedere alle tentazioni, purché comportino eventuali conseguenze negative solo per me, senza toccare terze persone. E' la risposta meno insoddisfacente che mi so dare.

    RispondiElimina
  15. un bel medio di 18km poi appalla!!!!

    RispondiElimina