Tanta roba



Da qualche giorno avevo in mente di scrivere un post di fine stagione agonistica sul blog.
Per me è stata un'ottima stagione, forse la migliore da quando pratico il triathlon. 
Tante gare, diversi podi e soprattutto una ciliegina finale sulla torta: il titolo di campione regionale di triathlon per la categoria M2.
Tanta roba... 
Rimango però agonisticamente insaziabile: il prossimo anno vorrei fare meglio, guadagnare ancora qualche secondo in tutte le frazioni, migliorare le transizioni in zona cambio, battere qualche altro avversario che mi è arrivato davanti in qualche gara... Insomma ho ancora tanta voglia e forse qualche margine di miglioramento.
Tanta roba...
Eppure non avrei scritto questo post se non avessi trovato un argomento in più da proporvi.
Invece eccolo.
Nella maratona di New York è arrivata la straordinaria prestazione di una triatleta italiana e si è aperto un interessante dibattito:
Venghino signori, venghino! Ognuno dica la sua!
Io intanto aggiungo un elemento per la discussione: nel mio piccolo ho ottenuto il mio PB sui 10km quando ero già un triatleta over 40, allenandomi in modo multidisciplinare. Ora sono un paio d'anni  che non corro un 10km tirato, ma proverò a correrne uno tra un mesetto allenandomi sempre come un triatleta... come andrà a finire?

Commenti

  1. a me pare che sulla dossena ognuno porti acqua al proprio mulino... forse ci farò un post sul blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo...comportamento tipicamente umano portare acqua ciascuno al proprio mulino;-)
      Comunque il tema è molto interessante, ma andrebbe affrontato in modo molto analitico, facendo molte distinzioni (livello dell'atleta, obiettivi, mix di allenamento, ecc.)...

      Elimina
  2. Ebbravo Fabio, sempre al top!
    Per quanto riguarda il tema aperto proprio stamattina stavo leggendo questa disamina https://www.runlovers.it/2017/perche-sara-dossena-perde-tempo-con-il-triathlon/ interessante

    Ciao Fabie'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maure'!
      Interessante anche l'articolo. Io pero' sono di parte, tifo per il triathlon ;-)

      Elimina
  3. Opinione NON surrogata da argomenti scientifici:
    Mi sto allenando per il triathlon da qualche mese e ho la sensazione che l'alternanza delle tre discipline favorisca il miglioramento della componente aerobica genearsle e il recupero (attivo) senza rischiare infortuni. Quindi anche io, nel mio piccolo voto a favore del triathlon��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, concordo. Secondo me, nel nostro piccolo, alternare gli allenamenti con nuoto e bici puo' favorire anche la corsa. Per i top runners a livello mondiale il discorso penso sia diverso.

      Elimina
  4. Non sono del mestiere e piuttosto che dire una pirlata sto zitto

    RispondiElimina
  5. Non sono del mestiere e piuttosto che dire una pirlata sto zitto

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Chi si ricorda di Pavoni?

Ci siamo quasi