sabato 24 ottobre 2009

Next steps

Non riuscirò probabilmente mai a raggiungere i livelli di pianificazione podistica del mitico Runner Blade, tuttavia, chiusa la stagione di triathlon, proverò nelle prossime settimane ad essere un po' meno katzenrunner ed a razionalizzare gli allenamenti di corsa puntando a due gare target:
  • 8 novembre - Corri per il verde a Roma Villa Pamphilj, 6 km
  • 13 dicembre - Best Woman a Fiumicino, 10 km
In sintesi un paio di settimane abbondanti per risvegliare la velocità e poi 5 settimane per ottimizzare la preparazione per i diecimila, forse passando il 15 novembre per la mezza ecologica di Castelfusano ad Ostia, come lungo svelto di allenamento. Seguirò a modo mio le linee guida di Albanesi. Vediamo un po'...

Oggi ho iniziato con una bella seduta di ripetute brevi
11 x 400m con 1' di recupero da fermo. Sono venute fuori piuttosto veloci, tra 1'15" ed 1'20", media finale 3'15" al km, probabilmente anche perché ero molto riposato e scalpitante.

La foto del post è dedicata ad uno forte forte, che in quanto a determinazione, voglia di mettersi alla prova, capacità di reagire è un esempio da seguire per chiunque. Potrebbe ormai accontentarsi di aver vinto 7 Tour de France e di aver poi corso, quasi per gioco, la maratona di New York in 2:46:43. Recentemente ha annunciato di voler tornare al suo primo amore sportivo, il triathlon, su distanza Ironman...
Grande Lance, Livestrong!

8 commenti:

  1. si, è stato un grande nel suo sport.
    purtroppo personalmente nel ciclismo non riesco a stimare più nessuno

    RispondiElimina
  2. Allenarsi con un programma è decisamente meglio.
    Ma una volta assimilati i principi su cui si regola la prova che vuoi sostenere puoi fare alla Kazen come calendario ma inserendo gli allenamenti giusti.

    RispondiElimina
  3. tremo a chiedertelo ma, se hai in programma una mezza perché non cvtv? :)

    RispondiElimina
  4. Complimenti per le ripetute, invece penso che le 2h46'43" di Lance siano un risultato scadente, assolutamente niente di che per uno che ha il suo motore.

    RispondiElimina
  5. @stoppre anch'io... sono certo che una qualche forma di doping la praticano tutti. Armstrong, però, rimane comunque un grande, altri al suo posto avrebbero ceduto. Solo la parola cancro fa rabbrividire.

    @tosto più o meno è quello che ho sempre fatto, ma questa volta vorrei finalizzare gli allenamenti ad un picco di forma più preciso o almeno provarci ;-)

    @yogi amico mio, cvtv è proprio l'8 novembre, il giorno della gara di villa pamphilj... L'ecomezza a castelfusano, la settimana dopo, mi affascina di più. Anche se per te è la routine, correre in pineta per me è sempre speciale.

    RispondiElimina
  6. @furio hai perfettamente ragione, lo penso anch'io, ma credo che Lance l'abbia preparata da amatore, non da professionista. Sono curioso di vedere come affronterà l'ironman. Tra l'altro nel post ho omesso le sue recenti imprese in MBK. Comunque per la voglia di cimentarsi in nuove sfide è straordinario.

    RispondiElimina
  7. Appena Lance rientra nel triathlon tu lo massacri... ora ti ho capito !

    RispondiElimina
  8. @giancarlo non ti sfugge nulla!! ;-)

    RispondiElimina