mercoledì 14 ottobre 2009

Evoluzione della specie?

Oggi vi suggerisco la lettura di questo articolo.
In sostanza un antropologo australiano, Peter McAllister, ha raccolto in un libro, intitolato Manthropology, i risultati dei suoi studi, che dimostrerebbero come il mito del progresso fisico-atletico della specie umana sia totalmente de sfatare.
Gli uomini e le donne del passato, migliaia di anni fa, sarebbero stati in grado di correre, saltare, lanciare molto di più dei migliori atleti di oggi. Altro che Bolt!
La tesi mi sembra interessante e piuttosto convincente.
Naturalmente questo decadimento fisico sarebbe controbilanciato dall'evoluzione intellettuale dell'homo sapiens sapiens. Cari blogtrotters, eccovi allora tre domandine:
  1. Cambiereste la vostra vita con quella di un aborigeno della preistoria per correre più forte?
  2. Alla luce di queste scoperte, non è forse meglio abbandonare la corsa e darsi agli scacchi?
  3. (Solo per i maschi) Vi sentite i peggiori maschi della storia del pianeta?

13 commenti:

  1. 1. Mai, basta pensare a farsi curare un dente da una carie da un aborigeno.
    2. Ci sto pensando da tanto tempo, ma non è detto che chi corre più piano, sia più bravo agli scacchi. Temo di essere una schiappa anche in quel frangente.
    3. Modestamente, credo di essere il migliore.

    RispondiElimina
  2. L'ho letto ed ero tentato di postarlo, solo che sto facendo pubblico e 10 cose insieme ancora non le faccio... quindi mi hai bruciato.
    PS
    Per me questo studio è una gran cazzata !

    RispondiElimina
  3. @karim sulla 3 non puoi essere il migliore, ricorda sempre che c'è LUI (cribbio!).

    @giancarlo cazzata? hmmm, parliamone... però non hai risposto alle domande. L'opinione di Runnerblade mi interessa.

    RispondiElimina
  4. Dunque........

    forse correvano più veloci perchè gli correvano dietro gli animali feroci :)

    Intellettualmente saremo anche più evoluti ma il risultato è lo schifo di vita che viviamo a livello planetario

    L'ansia da prestazione non mi appartiene quindi niente classifica

    Conclusione: forse l'evoluzione non è tanto una bella cosa, non ho conoscenze tali da confutare lo studio del signore dell'articolo.

    RispondiElimina
  5. però i cavernicoli morivano mediamente a trentanni..meglio un pò più lenti và là..

    RispondiElimina
  6. alla prima domanda...rispondo no:))) anche se in fondo la vita di oggi..o meglio tutto ciò che facciamo ci induce a correre,,,in quanto le cose da fare sono troppe....quindi se ci pensi bene...altro che aborigeni:))))

    baci

    francesca:)))

    RispondiElimina
  7. 1. NO decisamente anche perchè alla mia età attuale non ci sarei mai arrivato!

    2. Agli scacchi sono una schiappa, alla corsa pure...ma mi diverte di più.

    3. Direi di no, anche se in questo campo mi definisco un "amatore non competitivo".

    p.s. e comunque mi piazzo meglio di LUI! cribbio!!

    RispondiElimina
  8. 1. Sì. Per vivere senza tv questo ed altro.
    2. Non credo, a scacchi sono una pippa terribile, molto peggio che nella corsa. E soprattutto poi gli scacchi mi fanno venire mal di testa, la corsa mi rigenera.
    3. Non c'ho mai pensato. Non credo però ci sia un "peggio" o un "meglio". Come dici tu c'è una evoluzione.

    Per quanto riguarda i primi ominidi, credo che quanto a resistenza fossero in media peggio di licaoni, ma come velocità esplosiva dubito fortemente che potessero battere uno come Bolt sui 100 o 200 m. Considera anche che avevano le gambe molto più corte rispetto a noi.

    Ma per evitare chiacchiere da bar, credo che sto libro presto lo leggerò. Ciao.

    RispondiElimina
  9. Ciao!
    Da "farabutto" volevo proporti un post..ma non riesco a trovare la tua mail...puoi mandarmi una riga a quella ellegata al mio nome nel commento?

    Max

    RispondiElimina
  10. @max puoi scrivermi all'indirizzo pensieriemovimento@gmail.com

    RispondiElimina
  11. Fabio, mi sento chiamato in causa perchè proprio io sto tornando alla preistoria.
    ... in passato ho partecipato a tornei di scacchi, me la cavavo benino, ma vista l'eccessiva sedentarieta ho deciso che mi trovavo più a mio agio fuori a correre. :)
    Mi sento il miglior uomo della preistoria moderna, ah ah ah

    RispondiElimina
  12. a priori, se potessi, inizierei a fare atletica da bambino e non come ho fatto a 34 anni..pur avendo sempre corso, tirato su pesi e faticato in bici, però il fondo podistico è un'altra cosa..

    RispondiElimina