mercoledì 5 agosto 2009

Un mese da papà

I primi 30 giorni sono volati.
Eppure descriverne la densità di emozioni, sensazioni, esperienze e sentimenti è impossibile.
Qualcuno, saggio, mi diceva: ...ti attende uno Tsunami!
Aveva ragione, anche se oggi io preferisco chiamarla Rivoluzione, solo perchè in me questa parola evoca soprattutto gli aspetti positivi di un cambiamento radicale.
La vita cambia. Quasi nulla è più uguale a prima. Tutti gli equilibri faticosamente raggiunti sono sconvolti. Gli orari, gli impegni, i programmi dipendono tutti da Lei. Scopri di poter avere un rapporto diverso con il sonno e con la cacca.
E poi? Sei felice.
La guardi, l'annusi, la baci e sei felice.
Semplicemente sei felice.

9 commenti:

  1. come se dice a Roma: "... ancora stai a meno de metà der dovere tuo !"

    RispondiElimina
  2. @giacarlo lo so, lo so, però finora mi godo la situazione. Carpe Diem! (riesco pure ancora a corricchiare...)

    RispondiElimina
  3. non poteva essere diversamente..... quindi per amst ci sono buone possibilità....?! :)

    RispondiElimina
  4. Tre mesi fa stavo nella tua situazione....vedrai, migliorerà a vista d'occhio, finora mio figlio non ha fatto un giorno uguale al precedente (parlando di orari) che ne sò, da grande farà l'artista...

    RispondiElimina
  5. Complimenti a te, papà, ma senz'altro stracomplimenti alla mamma. Ciao.

    RispondiElimina
  6. Tutto cambia anche perchè le stesse cose di tutti i giorni le vedi con occhi completamente diverse, vero? ;)
    Buon mesiversario! :)

    RispondiElimina
  7. come sta la simpatica famigliola? :) qualche fotina....?

    RispondiElimina