mercoledì 31 dicembre 2014

Buon 2015!

Oggi è l'ultimo giorno dell'anno, domani ne inizia uno bello nuovo, pieno di speranze e desideri.
Se devo augurarmi qualcosa per il nuovo anno mi viene in mente l'immagine della foto... So' strano?
Vabbè... visto che questo è anche un blog sportivo diciamo che mi auguro anche tanta salute, tante belle gare, tante ottime performance, qualche PB, qualche premio.
E siccome sognare è gratis, tra i desideri ci metto anche quello che il mondo sia migliore, più pulito, più giusto, più equo. Per tutti.
Buon 2015!

sabato 27 dicembre 2014

Corse, cannoli e buone feste a tutti!

Dopo questo lavoretto di corsa un cannolicchio siciliano al pistacchio originale made in Sicilia me lo sono meritato. Gnam!
Le feste natalizie in una famiglia del sud come la mia sono sinonimo di grandi abbuffate, di tanto tempo trascorso in casa con i parenti, di giochi con le carte, di litigi familiari correlati alla condizione di "cattività" in cui ci si ritrova. E' la tradizione.
Io non mi sono fatto mancare niente... I saggi latini dicevano:
semel in anno licet insanire
Tanti Auguri a tutti!

venerdì 19 dicembre 2014

Guardando al futuro

cartoline sportive del 2014
Non la farò lunga, ma partiamo con un breve riassunto delle puntate precedenti, partendo da ottobre 2010, quando corsi la mia ultima gara di corsa prima della "pausa".
La "pausa" nasceva dalla mia insaziabile voglia di battaglia. La corsa ed il triathlon non mi bastavano. In queste discipline non si sente davvero l'odore dell'avversario (in realta senti bene quello fisico, ma non quello metaforico), sei tra tanti avversari, ma il vero avversario sei te stesso.
Ero in crisi di astinenza da nemico fisico, dovevo tornare al mio primo amore sportivo, lo sport psicologicamente più duro che esista, il tennis.
Nel tennis o vinci o perdi, non esiste la "buona prestazione", è bianco o nero e puoi essere bianco fino ad un millimetro dal traguardo e poi finire nero. Terribile, atroce, stupendo.
La "pausa" è durata circa un paio d'anni, mi sono divertito, ho vinto tanto, ho anche perso, ma avrei continuato a giocare se il mio fisico non mi avesse detto stop. Gomito, tallone, schiena, ginocchio.
Non si può affrontare un avversario senza stare bene, non puoi amministrarti, "gestire il dolore", la lotta psicologica è già troppo dura.
Mi è servito un anno intero "di recupero" per rimettere a posto la corrozzeria.
A settembre 2013 ero pronto per ripartire. Quasi da zero (ma lo zero è sempre un valore relativo...).
Mi diedi 2 obiettivi:
  1. entro un anno tornare a correre 10km sul livello PB
  2. tornare a fare qualche triathlon sprint nel 2014 e finire a metà classifica
Chiudo ora il 2014 con un nuovo PB sui 10km, molti buoni piazzamenti e premi di categoria in gare di corsa brevi, diverse gare sprint terminate abbondantemente nella prima metà classifica ed addirittura un secondo posto di categoria nel triathlon sprint dell'orso in molise.
Insomma sono tornato. Come volevo.
Ora guardo al 2015. Vorrei che fosse un anno "di consolidamento"... l'asticella sarà ancora un pochino più in alto...

mercoledì 17 dicembre 2014

Corri per il verde... chiusura in bellezza


Domenica scorsa, con l'ultima tappa del circuito Corri per il Verde, ho chiuso l'anno agonistico 2014.
Nei prossimo giorni farò un bilancio più preciso del mio 2014 sportivo, ma intanto posso dire che gli obiettivi che mi ero fissato sono stati raggiunti.
Fissare obiettivi sfidanti e stimolanti, ma raggiungibili al limite delle proprie possibilità, è una delle doti più importanti per uno sportivo, a qualunque livello.
Puntavo al podio di categoria per questa competizione, ed il podio è arrivato, nonostante abbia dovuto saltare la prima tappa.
Anche in questo caso, all'impegno ed alle capacità, si è aggiunto quel pizzico di culo indispensabile per ottenere il massimo risultato possibile...
L'ultima tappa è stata la più dura ed ho faticato più delle altre, ma va bene così.
Nel 2015 alzerò ancora un pochino l'asticella...
Sarà il mio ultimo anno da MM40 (M1 nel triathlon), il tempo sta passando velocemente, ma posso ancora provare a migliorarmi... vedremo.

martedì 9 dicembre 2014

I 10km più veloci della mia vita (per ora...)



Chi corre sa che la corsa è matematica.
I risultati non si inventano.
Non è come ad esempio il tennis in cui puoi vincere o perdere una partita quasi senza capirne il motivo, giocando inspiegabilmente meglio o peggio dell'ultimo mese una singola partita, trovando una giornata di grazia o di merda.
Anche nella corsa "la testa" conta, ma soprattutto nella preparazione, nel saper gestire gli allenamenti e la loro organizzazione (incastrandoli in una vita normale, da atleti non professionisti), nel sapersi alimentare...
poi è importante per dare il giusto peso a quella che è e deve sempre rimanere una sana passione.
Insomma oggi sapevo che avrei potuto fare il mio PB sui 10km ed in fondo sapevo anche che avrei potuto avvicinare il muro dei 36', poi comunque ci vuole sempre quel pizzico di culo perchè le cose vadano come si deve.
Oggi a Fiumicino le condizioni erano perfette per fare una buona gara: fresco (ma non freddo), sole con qualche nuvoletta, niente vento, percorso scorrevole, buon pettorale per partire davanti.
Ho fatto la mia gara e tutto è andato bene. Sono contento.
Eppure qualcosina ancora avrei potuto migliorare... nel 7°, 8° e 9° km mi sono un po' addormentato nel seguire un gruppetto di atleti ed in infatti ho poi corso l'ultimo km molto più forte, sotto i 3'25"/km, segno che avrei forse potuto tirare di più la corda nei tre km precedenti.
Vabbè... sarà per la prossima volta.

venerdì 5 dicembre 2014

Frugivori (oggi per scelta)


Partiamo da alcuni assunti (quasi) inconfutabili:

  1. Da un punto di vista evoluzionistico l'uomo moderno (homo sapiens) appartiene all'ordine dei Primati come le scimmie. Geneticamente siamo quasi uguali ad uno scimpanzè.
  2. Per 20 milioni di anni (o giù di lì) i nostri antenati sono stati frugivori, si alimentavano in modo simile alle attuali nostre cugine scimmie antropomorfe, principalmente di frutta, verdura, semi, insetti, radici, raramente (molto raramente) di carne animale. 
  3. L'evoluzione ha determinato in milioni di anni gli adattamenti del nostro corpo necessari a nutrirci come dei frugivori. Dovevamo saper mangiare essenzialmente poco, pur rimanendo fisicamente forti e mentalmente lucidi per affrontare tanti pericoli (riuscendo anche a resistere temporaneamente al digiuno) ed approfittando delle rare opportunità di mangiare tanto per accumulare preziose energie.  
  4. Solo negli ultimi 10 mila anni (o giù di lì) l'uomo ha profondamente modificato le sue abitudini alimentari attraverso l'introduzione dell'allevamento e dell'agricoltura, basando la sua nutrizione su carne allevata e cereali coltivati.
Ora aggiungo una considerazione: evoluzionisticamente siamo ancora dei frugivori, non bastano pochissime migliaia di anni per adattare una specie ad un'alimentazione completamente diversa, in termini qualitativi e quantitativi, da quella determinata in milioni di anni dall'evoluzione stessa.

Riflettiamo...

lunedì 1 dicembre 2014

Corri per il verde.... e attraverso la Storia


Questa foto parla da sola (no, no... non sono io uno di quei due giovani corridori, ma è bella lo stesso)
Sport, Natura, Storia, Archeologia, Valori Sani... tutto insieme.
La tappa di domenica scorsa della Corri Per il Verde nel parco archeologico dell'antico porto di Traiano è stata proprio bella.
Io non potevo non dare il massimo ed ho fatto una bella garetta.
In attesa delle classifiche ufficiali non ancora disponibili, sono soddisfatto della media al km ancora un pochino abbassata rispetto alla scorsa settimana (3'38"/km secondo il GPS) e soprattutto delle buone sensazioni provate durante la corsa.
Questa settimana sarà di scarico per arrivare al meglio ai 10km della Best Woman di domenica prossima, solo un lavoretto leggero domani o mercoledì, poi nuoto e corsetta di rigenerazione.
Bene così.
in azione...