giovedì 30 aprile 2009

Lo Sdrufolo

...mi sta girando intorno ormai da giorni.

Cerco in tutti i modo di evitarlo, ma è sempre più difficile....

PPS

lunedì 27 aprile 2009

Doppietta, pizza e birra con sorpresa

Partiamo dalla fine (Giancarlo non me ne volere....): Grande Napoli!
Sapete come la penso sul calcio, ma mentre sorseggiavo una bionda, con accanto la Mia Bionda, un'occhiata al maxischermo la davo... Così ho seguito quasi tutto il secondo tempo e gli azzurri mi sono davvero piaciuti. Bella vittoria meritata a degna chiusura di un bel week end sportivo.
Sabato e domenica, infatti, mi sono regalato una doppietta di gare.
Dopo una settimana di troppo lavoro e pochissimo allenamento, infatti, ero in crisi d'astinenza ed un po' di corsa allegra ci voleva.
Sabato ad Ostia un bel 10km piatto piatto, con un sole finalmente scaldaossa. Per me era ancora quasi fresco, ma almeno si comincia a ragionare.
Tempo finale 39:35, un buon allenamento, sensazioni non buonissime, ma... PPS.
Tema della gara la donazione degli organi. Importante: d'ora in poi porterò sempre con me la dichiarazione di volerli donare in caso di... non lo dico per scaramanzia, ma, mi raccomando, fatelo anche voi.
Domenica... sulle orme di Enea. E' il nome azzeccato di una gara per me casalinga, visto che si corre a Pomezia. Quest'anno il percorso era rinnovato e devo dire bellissimo, il meglio che può offrire questa zona: partenza ed arrivo in piazza Indipendenza tra la gente, passaggio nel parco della sughereta, poi giro nel campus universitario e sul finale passaggio sotto casa mia (vuoi mettere!).
10km abbondanti, da un punto di vista tecnico, mooolto duri. Partenza in discesa, poi un salitone nel verde impegnativo, ancora un po' di saliscendi nel campus e sul finire, verso il settimo, un muro (noto ai runners pometini come "la salita di vicerè") breve... ma intenso.
Tempo finale 41:20, un ottimo allenamento, meglio del giorno prima in termini di sensazioni. Per finire giretto con la bici nuova per defaticare.
Insomma domani riprenderò a trottare (anzi, visto l'orario...oggi!), ma le pile sono cariche.

venerdì 17 aprile 2009

E' finita...

... questa durissima settimana.
Ed eccomi allora finalmente in relax, luci soffuse, Pat Metheny in sottofondo e la stanchezza che piano piano un po' si scioglie. 
Come altri blogger questi giorni tristi, oltre al tanto lavoro, hanno inaridito la mia vena creativa e comunicativa. Questo post mi serve allora per rompere il ghiaccio.
In ordine assolutamente sparso qualche pensiero che mi frulla per la mente:
  • Massima solidarietà per Vauro! Vi dico solo una cosa: io odio il Gabibbo, ma sarei contrario perfino ad una sua censura
  • L'emozione di sentirLa muoversi nella pancia della mamma è indescrivibile... 
  • Domani arriva la mia nuova bici da corsa. E' bellissima! Non avrò più scuse, ora mi tocca solo pedalare.
  • Come mi piacerebbe fare un lavoro il cui prodotto fosse materialmente tangibile. Falegnami, vi invido!
  • Mercoledì 5*1000 a 3:39 di media, questa mattina 50 minuti in progressione con l'ultimo mille allegro in 3:42. Le gambe girano abbastanza bene.

lunedì 6 aprile 2009

Fratelli d'Abruzzo io sono con voi

Lacrime, poche parole, solidarietà

E' il momento di piangere, di parlare poco e di aiutare, ciascuno per quello che può.

Che bella domenica!

Oggi è andato tutto bene, la nuova settimana può iniziare, le pile sono cariche!
Il duathlon super sprint di Monterotondo è stato uno spasso. Nella prima giornata di vera primavera, per un metereopatico figlio di Annibale, non poteva essere altrimenti. Le gambe giravano bene. Non ho visto la classifica e non sono ancora in grado di quantificare il valore della mia prestazione (35:15, boh??), ma a giudicare dalla poca distanza (solo una ventina di secondi) dall'amico mostro Emanuele credo di essere andato bene. Comunque, per un amatore come me, ciò che conta sono sempre le sensazioni e quelle sono state molto buone. Correre, pedalare e nuotare per vivere meglio.
Al termine della gara anche una sorpresa... mi reco al ristoro e chi ti trovo? Uscuru! Simpatico da vivo come sui blog. Complimenti a lui ed alla sua società per l'ottima organizzazione: gestire una gara di duathlon è certamente un'impresa non semplice.
Beh, il resto della giornata non ve lo racconto, ma è stato figo, prima in spiaggia e poi per le strade del centro di una Roma incantevole fino al tramonto, in compagnia delle mie stelle. La vita è bella.

sabato 4 aprile 2009

I love this game!


Non ve l'avevo ancora raccontato, ma sono anche un appassionato di Basket NBA (che avevate capito? Lo so, lo so... la gnocca tira sempre... vero giancà?)
Se lo sport mi tocca solo guardarlo, da spettatore mi deve divertire ed una partita di basket NBA, in questo, è il massimo. C'è tutto: gesti atletici straordinari, tecnica e tattica di gioco, equilibrio nel risultato fino all'ultimo secondo... c'è pure la gnocca! Insomma, amici solocalcioebasta, provate a guardare anche qualcos'altro e scoprirete che c'è davvero da divertirsi, altro che 0-0!
Mi sono simpatici gli Hornets di New Orleans (non parlo di tifo, quì ha poco senso, vinca il migliore!). Ieri hanno perso 111-103 contro i Golden State Warriors di un ottimo Jamal Crawford (39 punti, 11/21 al tiro e 13/14 dalla lunetta), nonostante i 43 punti del piccolo grande Chris Paul (quando giochicchio anch'io, mi ispiro a lui) ed i 31 di David West. Bella partita, come tutte le altre d'altronde.

Domani, invece, lo sport vado a praticarlo. Ero indeciso tra la bellissima AppiaRun ed il duathlon supersprint di Monterotondo. Se avessi il dono dell'ubiquità le correrei entrambe rimanendo anche a letto accanto alle mie stelle, ma devo scegliere... Paolo, monta il portabici, andiamo insieme! Tre ore e siamo di nuovo a casa.